Associazione Alessandra

Progetto famiglia!

Posted on feb 12, 2014 | 0 comments

Progetto famiglia!

L’importanza del “progetto famiglia

L’associazione Alessandra dopo l’evento marcialonga per Alessandra prende in carico il primo anno d’affitto per un appartamento a Udine nei pressi del “gervasutta”. L’idea nasce dalla necessita’ per Alessandra (e non solo) di fare logopedia,fondamentale per questo tipo di trauma, si tratta di stimolazione, deglutizione(possibilita’ quindi di mangiare), respirazione, vocalizzazione.

La logopedia a domicilio e’ un miraggio,anzi, fantasia!La proposta era di un’ora una volta al mese! Nei 4 mesi in cui Ale era ricoverata al gervasutta

27283_580261818697350_1475087056_n

faceva un’ora al giorno per 5 gg.! La porto a casa a tempi record pensando e credendo alla presa in carico da parte del distretto! Ma il distretto non e’ preparato,specializzato per casi cosi’ gravi! Forse bastava dirlo!

Finalmente dopo 2 anni e mezzo si notano i primi significativi segni di miglioramento cosi’ da organizzare cicli di day ospital da 3 a 5 volte la settimana al gervasutta!Avrebbe potuto iniziare quest’inverno ma come faccio ad andare a Udine? Ale soffre di mal d’auto devo metterla seduta davanti e qualcuno deve tenerle la testa mentre io guido. Aspetto giugno suo fratello e’ a casa da scuola e iniziero’ con lui! Una domanda e’ d’obbligo: e se in settembre Ale inizia a mangiare? Davide andra’ a scuola! Cosa faccio? Abbiamo gia’ perso anche troppo tempo! La necessita’ d’avere un punto fermo a Udine si fa d’obbligo! Tutti voi aderendo alla marcialonga mi avete permesso di compiere questo passo! Queste grandi difficolta’ riguardano molti ragazzi con necessita’ di terapie specializzate che solo il gervasutta puo’ darci. Ecco perche’ la decisione di avere due camere allestite con posto per il familiare da usare a rotazione iniziando da subito per i casi con

977975_176221709207012_228630506_o

grave disabilita’! E’ un chiaro segnale da parte delle famiglie, volontari, associazioni solidarieta’ di risolvere almeno in parte un grosso problema che si aggiunge a quanti gia’ ne abbiamo! Chissa’ se ricevero’ mai una telefonata,un’email da chi e’ pagato per rappresentare la Sanita’?

Il mio invito a passare una mattinata con me e Ale e’ esteso ad assessori,consiglieri provinciali,direttori di aziende sanitarie e quant’altro, perche’ gli scalini sociali e’ ora di farli saltare e rimanere con i piedi per terra, noi che possiamo! I nostri ragazzi dovranno tenerli per il resto della loro vita appoggiati sulla carozzina! Questi sono i veri scalini sociali!
Appena firmero’ il contratto pubblichero’ le cifre dell’affitto! Per l’allestimento delle camere con atrezzatura idonea stiamo chiedendo aiuto a banche, associazioni,comuni!

Noi dell’associazione alessandra insieme a diverse associazioni sportive che ci stanno aiutando, ce la metteremo tutta per stringere i tempi e a questo punto anche i denti!!!!!!!!!!!!!!! GRAZIE!

 

Il Presidente De Bernardi Donatella